by Ustream

3460608524

La rivista RollingStone ha annunciato oggi in anteprima il titolo 

del nuovo album dei Nobraino in arrivo in autunno. 

  "346 0608524"

un numero di telefono, funzionante, per poter chiamare la band durante il tour.

 "Avete capito bene, il titolo del prossimo album della band Romagnola sarà un numero di telefono, ma procediamo con ordine. 
Kruger per la prima volta cura la direzione artistica di un lavoro dei Nobraino cercando di fare incontrare la natura della band con una selezione di suoi testi più introspettivi del solito. Ne esce una cifra più definita per la musica del gruppo e al tempo stesso un lavoro testualmente più riflessivo. Serviva quindi un titolo che riunisse il senso dell'ironia dei Nobraino con il tono più personale dei testi e cosa c'é di più "personale" di un numero di telefono? 
E soprattutto: perché non usarlo? 
I Nobraino istituiranno quindi una vera e propria linea diretta col proprio pubblico, il numero di telefono sarà operativo dall'uscita del disco e chiunque potrà provare a chiamarli per comunicare con loro, salutarli, fare domande, complimenti e perché no insultarli. In un'epoca dove diventa sempre più facile nascondersi dietro una tastiera i Nobraino invertono la tendenza e ci mettono la faccia, anzi la voce. 
Tramite i loro canali social comunicheranno di volta in volta giorni e orari in cui poterli chiamare. Le ore in furgone durante il tour saranno sicuramente dedicate a questo genere di attività per cui aspettatevi annunci del tipo: "oggi dalle 14 alle 17 risponderemo alle vostre telefonate".. 
Probabilmente saranno in viaggio per qualche concerto, in sottofondo il rumore dell'autostrada mentre qualcuno risponde: "Qui Nobraino, chi parla?"

Da RollingStone: http://www.rollingstone.it/musica/news-musica/nobraino-il-titolo-del-loro-album-sara-un-numero-di-telefono-funzionante/2016-07-25/

Attualmente in rotazione radiofonica c'è Vertigini il primo singolo estratto dall'album, un brano leggero sulla leggerezza. MP3
L'album sarà un lavoro funk-funkrock; per la prima volta il gruppo abbandonerà l’eclettismo per concentrarsi su una forma stilistica definita. Il portamento di tutto il disco seguirà una linea coerente.
Anche nei testi si segnalerà un umore diverso, Lorenzo Kruger sarà meno scanzonato e meno canzonatorio. Ci sarà riflessione e intimità, i brani per la prima volta si intersecheranno fisionomicamente gli uni con gli altri.

 L’uscita del singolo sarà accompagnata da una tournée breve di soli venti concerti per festeggiare i vent’anni di attività della band prima dell’uscita del sesto album. 

 Il video di Vertigini: https://www.youtube.com/watch?v=DDMhSTEBKRo

 Valentina Seneci

L’AltopArlAnte 

PromoRadio ||| PromoVideo ||| PromoStampa&Web

Asti musica

Astimusica chiude la settimana con Vinicio Capossela (domani) e Ermal Meta (domenica)

Stasera sul palco di piazza Cattedrale concerto di Francesco Gabbani

 Astimusica continua il proprio cammino: ieri sera il pubblico ha sfidato il freddo per applaudire Mahmood e Miele, vincitori di Area Sanremo 2016.

Questa sera altro protagonista all'Ariston, dove a febbraio è stato primo tra le nuove proposte: Francesco Gabbani, cantautore e polistrumentista toscano. 

Il concerto, a ingresso libero, sarà aperto alle 21.30 da Roberta Bonanno, seconda classificata alla settima edizione di Amici.

Domani, sabato 16 luglio, piazza Cattedrale applaudirà Vinicio Capossela, terzo big di Astimusica dopo Rocco Hunt e Al Bano. Sul palco con lui ci saranno Glauco Zuppiroli (contrabbasso, guitarron), Mirco Mariani (mellotron, batteria, cymbalon), Alessandro “Asso” Stefana (chitarra, banjo), Victor Herrero (chitarra battente, chitarra elettrica, chitarra classica, vihuela), Agostino Cortese “Ago Trans” (cupa cupa, grancassa), Antonio Vizzuso (cupa cupa, tamburi), Enza Pagliara (voci e tamburi), Giovannangelo de Gennaro (voci, viella, aulofoni, tamburi), Sergio Palencia e Angelo Mancini, i “Mariachi Mezcal” (trombe).

Lo spettacolo (non soltanto un concerto) fa parte del tour "Polvere", promosso per presentare l'ultimo album di Capossela, "Canzoni della Cupa".

Biglietti a 25 euro (posto unico in piedi). Inizio ore 21.30.

Domenica la settimana di Astimusica si chiuderà con Ermal Meta, artista albanese naturalizzato italiano. Alle spalle ha un intenso lavoro come autore di canzoni (che si sono fatte ascoltare da milioni di persone attraverso le voci di Marco Mengoni, Francesco Renga, Emma Marrone, Annalisa Scarrone, Chiara Galiazzo, Patty Pravo, Clementino, Francesco Sarcina, Lorenzo Fragola, Fiorella Mannoia, Fedez) e di colonne sonore.

Anche la sua voce ha già raggiunto vaste platee: nel 2007 Meta ha dato vita alla band La Fame di Camilla, con cui ha pubblicato tre album e viaggiato in tour per tre anni, calcando quasi cinquecento palchi italiani, condividendo quelli di Stereophonics, Cranberries e Aerosmith e approdando all’Heineken Jamming Festival e al Festival di Sanremo 2010.

Quest'anno il pubblico dell'Ariston lo ha applaudito per "Odio le favole". Ad Asti presenterà, tra gli altri, i brani che compongono "Umano", il suo primo album da solista.

Il concerto, fissato per le 21.30 con ingresso libero, sarà aperto da Carlo Bolacchi, cantautore sardo, reggiano d’adozione, della scuderia Mescal.

(segue)

 

L'artista (singolo d'esordio "Verità libera") affronta tematiche quotidiane legate al malcontento popolare e al sociale, esprimendole in maniera ironica e nello stesso tempo tagliente, senza alcuna banalità o frivolezza, con l'intento di coinvolgere e far riflettere chi ascolta.

La prossima settimana, intanto, si chiude: in programma, per Astimusica, il Premio d'Autore Città di Asti (lunedì 18), il grande spettacolo di Renzo Arbore e l'Orchestra italiana (martedì 19), la finale del concorso Asti Live Band Music Contest riservato ai gruppi emergenti astigiani. 

L'ecofestival delle note, alla ventunesima edizione, è organizzato da Comune e Asp (con il supporto di Banca C.R. Asti, Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, Iren, AEC, Energrid, La Stampa). Massimo Cotto firma la direzione artistica.  

 

Nelle foto: Mahmood e Miele sul palco di Astimusica; Vinicio Capossela e Ermal Meta

                                                                                                                             

Asti, 15 luglio 2016

 

 

 

 

The Invitation

Si intitola “The Invitation”, ed è composto da 10 canzoni in lingua inglese ispirate dalle poesie del poeta persiano Rumi, rilette per la prima volta con un’ottica femminile e presentate con una formula prettamente europea: voce e pianoforte.

 L’album “The Invitation” pone l’accento sull’universalità del messaggio d’amore di Mevlana Jalal ad-Din Rumi, il mistico persiano Sufi, Poeta dell’Amore, che ispirò nei secoli migliaia e migliaia di persone e che

può rappresentare il punto di congiunzione tra il mondo islamico e quello occidentale, perché parla un linguaggio che va oltre le barriere culturali, linguistiche e religiose.

 Dal cd è stato estratto un singolo intitolato “Come” del quale è stato realizzato un video  https://youtu.be/DY_kysjyB8U

 Nel concerto dall’ omonimo titolo “The Invitation” - di cui è possibile vedere un promo qui:

https://youtu.be/Q2aD5rpcscs

Stefania Schintu

 Top1 Communication :: Comunicazione :: Promozione :: Organizzazione Eventi e R.P. ::
cell. +39 347 0082416
skype: stefaniaschintu

Twitter: @stefaniaschintu
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
web:  www.top1communication.eu

Facebook: www.facebook.com/top1communication

“The Invitation”

il nuovo album di Prayan

ispirato a Rumi, il Poeta Sufi dell’Amore

 “The Invitation” è il nuovo album di Prayan, artista unica che sa sorprendere, dalla voce intensa, ruvida, dolce e diretta. Composto da 10 canzoni in lingua inglese ispirate dalle poesie del poeta persiano Rumi, rilette per la prima volta con un’ottica femminile e proposte con una formula prettamente europea: voce e pianoforte. L’album “The Invitation” pone l’accento sull’universalità del messaggio d’amore di Mevlana Jalal ad-Din Rumi, il mistico persiano Sufi, Poeta dell’Amore, che ispirò nei secoli migliaia e migliaia di persone. L'amore di cui parla Rumi ha le sue radici nella realizzazione dell'amore Divino e di riflesso nel Creato e nella vita umana. Scritte originariamente in persiano, le poesie sono state selezionate da Prayan (abbreviazione del suo nome spirituale Ma Atmo Prayan, che significa “il Viaggio più profondo”) nella traduzione del poeta contemporaneo Coleman Barks che, grazie al suo linguaggio moderno, ha reso Rumi il poeta oggi più letto negli Stati Uniti. Dal cd è stato estratto un singolo intitolato “Come” (del quale è stato realizzato un videoclip con la regia di Luca Galeazzi, https://youtu.be/DY_kysjyB8U), un invito all’accettazione di tutte le persone, al di là di provenienza, cultura, religione: “Vieni, chiunque tu sia”. In questa direzione la poesia di Rumi può rappresentare il punto di congiunzione tra il mondo islamico e quello occidentale, perché parla un linguaggio che va oltre le barriere culturali, linguistiche e religiose. Il “viaggio” artistico di Prayan (al secolo Mariangela Bettanini) parte da Genova, sua città natale esplorando via via le più svariate tecniche vocali e ambiti musicali: dalle songs di Bob Dylan e Joan Baez, al jazz di New York City; dal canto classico di Rueil-Malmaison al vasto repertorio internazionale come cantante in Costa Azzurra; dal canto difonico al Voicing ©, un percorso spirituale e vocale che facilita il canto delle proprie emozioni e il contatto con la propria più intima realtà. Negli ultimi anni un nuovo passaggio spirituale e quindi artistico-musicale la conduce ad esprimere la sua essenza nella musica mistica. Viaggia in India e in seguito, per un certo tempo, vive a Konya, in Turchia, dove è sepolto Mevlana Jalal ad-Din Rumi, il Poeta Sufi dell'Amore. Un viaggio intenso, una dura prova soprattutto al livello di salute. Il talento e la sua voce ora sono per Prayan qualcosa di sacro, espressione concreta della sua realtà più profonda. Si accompagna con l'armonium indiano e - suo primo amore - con il pianoforte che ha suonato fin da bambina.

Il cd è disponibile sulle principali piattaforme digitali e sul sito ufficiale di Prayan (www.prayan.it).

 

Pam

-PAM - Closer to a Dream
Esce oggi il primo singolo estratto dal nuovo album di T-Pam, un progetto Tropical House che con il primo album ha riscosso un ottimo successo di streaming e download all’estero. Closer to a dream è il titolo del brano, si tratta di un pop/tropical house di respiro internazionale, genere molto in voga grazie ad artisti noti come Kygo. Il brano ha come featuring Stefano Gatpo. Produzione Amati Bros per l’etichetta Danceit. APbeat Edizioni Musicali.

Ascolta il brano: https://www.youtube.com/watch?v=_6kfNBUJD-I


Fonte: Uff. stampa APbeat
http://www.apbeat.it

Musica Maestri

Conservatorio di Musica “G. Verdi” di Milano

 Gli appuntamenti dal 25 al 31 maggio 2016

 MUSICA MAESTRI!

Stagione concertistica del Docenti. Edizione 2016

 Domenica 29 maggio

Sala Puccini ore 18.00

 La radice popolare nella musica colta del ‘900

 E. Wolf-Ferrari

Tre pezzi op. 14 per pianoforte

Sabina Macculi soprano

Anna Maria Paganini pianoforte

 Ingresso libero

http://www.consmilano.it/it/musica-maestri-nono-concerto

 ALTRI APPUNTAMENTI in SEDE

 PREMIO del CONSERVATORIO

Finale Categoria C

Mercoledì 25 maggio

Sala Puccini ore 9.00

 PREMIO del CONSERVATORIO

Finale Categoria E

Giovedì 26 maggio

Sala Puccini ore 9.00

 SEMINARIO LABORATORIO “FARE MONDI”

Giovedì 26 e venerdì 27 maggio

Aule 103/123

ore 10.00-13.00 e ore 15.00-18.00

PAUL GULDA

Il Pianoforte, la Contemporaneità e la nuova Virtuosità

Convinzioni non convenzionali

Tra scrittura ed improvvisazione

In memoria del grande Pianista Friederich Gulda un possibile dialogo tra la cultura della musica classica e quella del Jazz

Collegamenti tra le diverse generazioni di compositori, dal Novecento ad oggi, caratteristiche ed interazioni tra aspetti delle culture musicali Europee e Americane

 Il seminario è rivolto agli studenti di pianoforte, Jazz, composizione, a quelli delle classi strumentali e di canto ed è aperto al pubblico.

 Adesioni entro mercoledì 25 maggio

Alla Professoressa Vincenza Patrizia Iannone

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PREMIO del CONSERVATORIO

Finale Categoria D

Venerdì 27 maggio

Sala Puccini ore 9.00

 MASTER CLASS e SEMINARI

Venerdì 27 e sabato 28 maggio

Aula 110

venerdì ore 17.30-19.30

sabato ore 10.30-12.30

 Seminario di Pianoforte

Sull’interpretazione dell’opera tastieristica di Johann Sebastian Bach

al clavicembalo e al pianoforte

RUGGERO LAGANÀ

con la partecipazione di Bruno Zanolini

 Referente: Ruggero Laganà

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 http://www.consmilano.it/it/lagana-s1

 PREMIO del CONSERVATORIO

Finale Categoria F

Sabato 28 maggio

Sala Verdi ore 14.00

http://www.consmilano.it/it/finali-del-premio-del-conservatorio-2016-vi-giornata

 MARATONA MUSICALE A FAVORE DI MEDICI SENZA FRONTIERE

Sabato 28 maggio

Sala Puccini ore 15.00

Si esibiscono gli allievi della classe di violoncello del Maestro Christian Bellisario

Al violoncello: Sara Guidolin, Beatrice Casati, Valentina Bionda, Federica Di Gioia, Jacopo Gaudenzi, Francesco Tamburini, Marta Premoli, Joao Bustamante Teixeira, Martino Simionato, Giovanni Crivelli, Filippo Ravasio, Christian Bellisario

Al pianoforte: Alexandra Ducariu, Maria Silvana Pavan, Roberto Franca, Tomoko Murakoshi, Irina Kravchenko

 Ingresso libero

http://www.consmilano.it/it/maratona-musicale-a-favore-di-medici-senza-frontiere

 HAPPY MUSIC HOUR 2016

Lunedì 30 maggio

Sala Puccini ore 18.45

Christian Impaziente oboe I

Luca Tognon oboe II

Claire Colombo corno inglese

 Ingresso al concerto libero e gratuito

A seguire rinfresco in formula Happy Hour presso il Bar del Conservatorio al costo di 6.00 euro

http://www.consmilano.it/it/happy-music-hour-30-maggio-2016

 PREMIO del CONSERVATORIO

Finale Categoria G

Lunedì 30 maggio

Sala Puccini ore 20.30

http://www.consmilano.it/it/finali-del-premio-del-conservatorio-2016-vii-giornata

 HORIZON 2020

Martedì 31 maggio

Foyer di Sala Verdi, ore 12.00

 Il Presidente del Conservatorio

Ralph Alexandre Fassey

presenta il suo programma per il prossimo triennio

 Con il Presidente interverrà

Alessandro Melchiorre

 MUSICA da LEGGERE

Martedì 31 maggio

Sala di lettura della Biblioteca ore 18.00

Presentazione di:

Girolamo Cavazzoni, Intavolatura cioè ricercari,

canzoni, himni, magnificat Libro primo (Venezia 1543)

Intavolatura d’organo, cioè misse, himni,

magnificat Libro secondo (Venezia 1543-49)

Organista Ivana Valotti

Tactus 2015

 

Partecipano

Licia Mari

Umberto Forni

Giuseppe Monari

Giovanni Acciai

Ivana Valotti

CONCERTO in RICORDO di FAUSTO PEDRETTI

Martedì 31 maggio

Sala Puccini ore 21.00

Antonio Vivaldi

Amedeo Monetti direttore

Orchestra da Camera di Milano

Leonardo Dosso fagotto

Per informazioni e prenotazioni

tel. 028054023

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 CONCERTI degli ALLIEVI fuori SEDE

 MASTER BIENNALE DI II LIVELLO

in REPERTORIO VOCALE DA CAMERA ITALIANO TRA OTTO E NOVECENTO

organizzato dal Conservatorio di Musica “G. Verdi” di Milano

sostenuto dalla Fondazione Araldi Guinetti

Venerdì 27 maggio

Museo del Novecento, Sala Arte Povera ore 17.30

 Lirica da camera italiana

Commedia e tragedia

Presentazione di Guido Salvetti

Hsiao Pei Ku soprano

Giuliano Guidone pianoforte

 M. Castelnuovo-Tedesco, Heine-Lieder

Roberta Canzian soprano

Muriel Grifò pianoforte

 L. Dallapiccola, Quattro liriche di Antonio Machado

Hsiao Pei Ku soprano

Giuliano Guidone pianoforte

 Nino Rota, Tre liriche infantili, Ninna nanna, Richiamo d’amore

Roberta Canzian soprano

Muriel Grifò pianoforte

Wir treffen Uns am Schluss

CI RITROVIAMO ALLA FINE

La Musica nel Campo di concentramento di Ferramonti di Tarsia

Domenica 29 maggio

Borgo San Dalmazzo, Auditorim Civico, ore 17.00

 Progetto a cura dello Spazio Europeo della Memoria Musicale

realizzato in collaborazione con:

Conservatorio di Musica “G.F. Ghedini” di Cuneo,

Comune di Borgo San Dalmazzo,

Museo della Deportazione - Borgo San Dalmazzo,

Conservatorio di Musica “S. Giacomantonio” di Cosenza,

Fondazione Museo Internazionale della Memoria Ferramonti di Tarsia,

Comune di Tarsia,

Forum Austriaco di Cultura

Con il patrocinio della Comunità Ebraica di Milano

 Ci ritroviamo alla fine. Musica nei campi di concentramento italiani

Una pagina dolorosa, alle porte di Cuneo

Racconto a cura di Alberto Jona e Raffaele Deluca

 Musiche di Kurt Sonnenfeld

 Kaddish per mezzosoprano e pianoforte

Vittoria Vimercati* mezzosoprano

Francesco Granata* pianoforte

 Omar Mancini* tenore

Francesco Granata* pianoforte

 Margherita Miramonti* violino

Francesco Granata* pianoforte

Laura Romo Contreras** sopranto

Davide Bertorello**, Stefano Eligi** pianoforte

 Laura Romo Contreras** soprano

Stefano Eligi** pianoforte

 William Allione** baritono

Davide Bertorello** pianoforte

 Laura Romo Contreras** soprano

Stefano Eligi pianoforte

 William Allione** baritono

Stefano Eligi** pianoforte

 Laura Romo Contreras** soprano

Davide Bertorello** pianoforte

 Caterina Alifredi** violino

Davide Bertorello** pianoforte

Caterina Alifredi** violino

Stefano Eligi** pianoforte

 Stefano Eligi** pianoforte

Davide Bertorello** pianoforte

 *Studenti del Conservatorio di Milano

**Studenti e Docenti del Conservatorio di Cuneo

 Il progetto prosegue al Conservatorio di Milano, come da calendario seguente:

 Mercoledì 1 giugno

 Foyer di Sala Verdi ore 9.45 - Convegno

La Musica nei campi di concentramento italiani.

Una prima ricognizione

 Sala Puccini ore 17.30 - Concerto

Il paradosso di Ferramonti nell'opera di Kurt Sonnenfeld: dalla musica sacra al Kabarett

 Sala Puccini ore 20.30 - Concerto

Un concerto nel Campo di Concentramento di Ferramonti

 Ingresso agli appuntamenti libero fino ad esaurimento dei posti disponibili

http://www.consmilano.it/it/ci-ritroviamo-alla-fine-concerto-a-borgo-san-dalmazzo

 

News 24 ore

Informiamo i nostri gentili lettori che i dati forniti da URLM relativi ad Allegroandante.net NON SONO ESATTI ne' certificati (pur valutando l'operato del nostro sito da piu' di tre anni e causando non poche FAQ da parte dei nostri utenti). Tra Giornale, Youtube, Video Giornale, Radio e Facebook ci seguono moltissimi utenti in tutto il mondo a cui esprimiamo il nostro ringraziamento.

BilerChildrenLeg og SpilAutobranchen